viaggiare in aereo con neonati

Viaggiare in aereo con neonati: tutto quello che devi sapere

Viaggiare in aereo con neonati è sicuramente un’impresa non da poco: oltre alle consuete regole da rispettare che cambiano da una compagnia all’altra, bisogna anche organizzarsi per portare con sé tutto l’occorrente, che siano pappe o pannolini.

Ecco una breve guida con tutto quello che devi sapere per non farti trovare impreparata.

Consigli utili per viaggiare in aereo con neonati

Stai pensando di organizzare un viaggio in una meta molto lontana raggiungibile solo in aereo e il pensiero di dover portare un neonato comincia a preoccuparti? Prima di tutto devi sapere che non c’è nessun pericolo per tuo figlio già dai primissimi giorni di vita, ma bisogna prestare attenzione ad alcune accortezze per far sì che viviate l’esperienza serenamente.

I documenti prima di partire

Sicuramente ti stai chiedendo se anche i neonati debbano pagare il biglietto e la risposta è nì: ogni compagnia fornisce un range di età entro il quale l’infante può viaggiare in braccio al genitore (ad esempio Ryanair la pensa in questo modo), pagando solo le tasse ed un’eventuale 10% sul costo del biglietto intero.

È anche vero che quest’ultimo da solo non è sufficiente per imbarcarsi, in quanto è necessario munirsi di carta d’identità valida per l’espatrio, un lasciapassare rilasciato dal Comune ed eventualmente un passaporto per recarsi in luoghi fuori dalla Comunità Europea.

Da ricordare che molto spesso viaggiando con un infante, il check-in online non è consentito.

Cosa ci si può portare?

Si sa che viaggiare in aereo con neonati richiede un certo tipo di organizzazione, dovendosi portare tutto il kit necessario per fronteggiare ogni evenienza con il bambino.

Naturalmente, è consentito portare con sé latte e/o acqua sterilizzata per permettere al piccolo di nutrirsi durante il viaggio, senza doverla necessariamente suddividere in contenitori da 100ml ciascuno, ma facendo attenzione a non superare la quantità totale di 1 litro.

In generale, è permesso imbarcare due articoli che possono rivelarsi indispensabili per la gestione del figlio durante la tratta, come un passeggino, un seggiolino auto oppure lettino da viaggio.

In particolare, ecco dei passeggini per aereo fra i migliori sul mercato:

  • Passeggino GB Gold Pockit+ All Terrain ultraleggero che raggiunge dimensioni estremamente compatte. Le doppie ruote anteriori e posteriori lo rendono facile da spingere anche con una sola mano e la cosa fantastica è che potrai sfruttarlo fino ai 4 anni del bambino. Disponibile online in diversi colori.
  • A differenza del precedente, Lionelo Julie One può essere sfruttato fin dai primissimi giorni di vita del neonato e, una volta piegato, è così leggero da poter essere trasportato in giro senza difficoltà, dentro all’apposita borsina. In dotazione vengono fornite anche: zanzariera, coprigambe, portabottiglie e portabicchieri.
  • Il passeggino Easy-M è così facile da chiudere che lo si può fare con una sola mano, per poi riporlo nella borsa e trasportarla a tracolla senza difficoltà. Insieme al prodotto l’azienda fornisce anche il pratico parapioggia per poterlo sfruttare al meglio anche durante le gite turistiche.

Piccole accortezze per viaggiare in aereo con neonati

Viaggiare in aereo con neonati può essere difficile anche a causa della fastidiosa sensazione delle orecchie tappate: in questo caso consigliamo di farli bere durante il decollo o l’atterraggio, oppure usare semplicemente il ciuccio.

Per aiutarlo a trascorrere il tempo con tranquillità, suggeriamo di portarsi dietro dei giocattoli con cui possa distrarsi.

 

***

 

                               Come indossare il giubbotto di jeans
                               30 idee outfit per indossare al meglio la t-shirt bianca
                               Eliminare lo zucchero per vivere meglio

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.