Ernesto Marca: intervista all’autore de “Il Portatore di Luce”

Ernesto Marca è uno scrittore emergente che da pochi giorni ha pubblicato il suo primo romanzo fantasy Il Portatore di Luce, una storia in cui il sacro e il profano si intrecciano per tenere il lettore incollato alle pagine del libro fino alla fine.Una storia che è solo la prima parte di una trilogia, ricca di colpi di scena e che nasconde una storia d’amore in un genere letterario poco romantico come il fantasy.

Oggi abbiamo il piacere di fare quattro chiacchiere con Ernesto Marca e farci raccontare qualcosa in più del suo nuovo romanzo.

  • Cosa provi a pochi giorni dalla pubblicazione del tuo primo romanzo?
    Una fortissima emozione! Penso che tutti noi abbiamo un sogno nel cassetto, il mio si è aperto e inaspettatamente mi trovo ad aver dato forma concreta a ciò che fino a pochi mesi fa era solo chimera.
  • Parlaci un po’ del “dietro le quinte”…quanto lavoro si nasconde dietro la stesura di un romanzo?
    Beh, tantissimo! Credo che solo chi abbia una grande passione come me per la scrittura, possa comprendere l’immenso lavoro che c’è alle spalle. Fondamentalmente si inizia da un’idea, che può sembrarti più o meno buona ma che con lo sviluppo della storia cambia radicalmente. Nel mio caso specifico mi son dovuto interfacciare con manuali complessi come il libro di Enoch e la Cabala ebraica, fino ad arrivare a testi specifici sulla dualità della città di Torino. Tutto ciò a supporto della mia fantasia e delle mie conoscenze sulla mitologia greca.
    E’ stato poi grazie al supporto e al lavoro della mia casa editrice, Pav edizioni, che si è perfezionata l’opera.

  • Com’è nata l’idea di scrivere Il Portatore di Luce?
    L’idea è nata da un sogno fatto quando avevo 10 anni; l’ho poi sviluppata in età più matura interfacciandomi sempre con la mia grande passione per la mitologia. Nel libro si fa riferimento agli Arcangeli, a Lucifero e ai suoi prìncipi infernali, per me c’è una sottile linea di correlazione tra loro e gli Dei greci.
    Volevo una storia in cui dei semplici ragazzi diventassero eroi, in cui la lotta tra il bene e il male fosse estremizzata e soprattutto volevo ambientarla in un luogo non inventato, ma una città che ha tutte le caratteristiche per fare da palcoscenico alla mia idea. Ho trovato tutto ciò in Torino per il suo esoterismo.
  • Il finale è un vero colpo di scena, tipico di una trilogia, il continuo è già in lavorazione?
    Ho sempre pensato a Il Portatore di Luce come ad una trilogia, dove nel primo c’è la conoscenza dei prescelti, nel secondo la concretizzazione della profezia e nel terzo la battaglia finale.
    La trama è già pronta per l’intera trilogia, ma agli altri due volumi ancora non ho iniziato a lavorarci concretamente.
  • A questo punto non resta che farti un grandissimo in bocca al lupo. Siamo certe che con una storia così avvincente il tuo libro sarà un vero successo.
    Crepi…spero vivamente che possa avere il meritato successo e consentirmi di portare a termine la mia trilogia.

 

Potete acquistare Il Portatore di Luce di Ernesto Marca direttamente online a questo link: “IL PORTATORE DI LUCE – Il Risveglio Dei Prescelti” – PAV EDIZIONI

 

 

                              30 idee outfit per indossare al meglio la t-shirt bianca
                              Eliminare lo zucchero per vivere meglio

 

Tags:
No Comments

Post A Comment