Colichette dei neonati: 5 consigli per sopravvivere

Le colichette dei neonati, i primi mesi di vita, sono assolutamente normali e per niente pericolose. Si tratta di un mal di pancia che i neonati manifestano con un pianto inconsolabile e muovendo le gambe nervosamente. Solitamente si manifestano in orario serale (o pomeridiano) e durano diverse settimane o mesi.

Queste sono state le parole che il pediatra mi ha ripetuto ad ogni visita nei primi mesi di vita delle mie bimbe, ma io più sentivo quelle parole e più iniziavo a pensare che non si trattasse di colichette perche le mie bimbe (ognuna a suo tempo, visto che hanno 2 anni e mezzo di differenza) stavano davvero male.

Noi mamme del resto siamo davvero b rave ad impanicarci davanti ad ogni singolo comportamento dei nostri figli e poco cambia essere alla prima o alla seconda (terza, quarta, ecc) esperienza, le paure e le preoccupazioni sono assolutamente le stesse.

E invece il pediatra aveva ragione e aveva ragione anche a dirmi che le goccine magiche (preferisco non fare nomi di farmaci) che vengono somministrate ai neonati per curarle, in realtà non servono a molto, ma vengono prescritte per dare speranza ad una mamma preoccupata.

Perchè se le colichette sono dolorose per un neonato, diventano letali per una neomamma con gli ormoni scombussolati che non sa come fare per dare sollievo a quell’esserino che urla per ore fino ad addormentarsi sfinito.

Perciò mamma, se sei alle prese con il periodo delle colichette dei neonati, ascolta questi 5 consigli, non perchè sono i consigli di un’esperta (per quello ci sono i medici e gli specialisti) ma perchè sono una mamma qualunque che ha vissuto proprio quello che stai vivendo tu in questo momento.

  1. Non Piangere: so che avere in braccio tuo/a figlio/a che piange per ore urlante nel pieno della sofferenza, ti lacera il cuore. Non sai quante lacrime ho versato durante quelle nottate, ma quello che notavo era che i giorni in cui ero più tranquilla, anche le mie bimbe si tranquillizzavano prima, mentre i giorni in cui piangevo disperata insieme a loro tutto si amplificava.
  2. Crea un Ambiente Rilassante: anche l’ambiente che ci circonda può venirci in aiuto, creare un’atmosfera rilassante senza troppi rumori e senza luci troppo forti, aiuterà il bambino a non innervosirsi ulteriorimente.
  3. Posizionalo a Pancia Sotto: mettere il neonato a pancia sotto sul proprio braccio e cullarli dolcemente aiuta a rilassarli e soprattutto a consolarli. Baci e carezze gli faranno sentire tutto il calore e l’amore della loro mamma.
  4. Massaggi al pancino: anche i massaggi possono essere d’aiuto, personalmente non ho frequentato il corso di massaggio neonatale ma una dolcissima ostetrica mi spiegò come farlo. Quindi se non avete frequentato il corso, potete rivolgervi anche ad un’ostetrica che vi mostrerà la tecnica.
  5. Armati di tanta Pazienza: il consiglio più importante è quello di avere tantissima pazienza, nel cullare il bambino andando su e giù per la casa, pensando che si tratta solo di una fare e che passerà.

 

Per rimanere sempre aggiornato sui nostri nuovi articoli e su tutte le novità, ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo Instagram @lastilosa.it 

LEGGI ANCHE: 5 libri da leggere in gravidanza

Ricetta biscotti al latte

Come apparecchiare la tavola di Natale

Total Black: indossalo così

No Comments

Post A Comment